venerdì, maggio 02, 2008

3, 4... 5?

È sempre bello essere smentiti. Ieri ero pieno di possibilità e dubbi. Oggi il destino, Dio, il karma o chi per essi, mi hanno sfoltito di molto le possibilità. I dubbi, fortunatamente, rimangono abbondanti. Diciamo che non ho molta fortuna rimasta nella parte superiore della clessidra: i suoi grani fini sono quasi tutti caduti sul fondo. Ora tutto sta a vedere se una volta finita "l'ora" il nocchiero si ricorderà di girarla. Cosicché la sabbia possa ricominciare a fluire.

Mi piacerebbe che mi scrivessi dicendomi che mi pensi e che ti manco. Così, su due piedi. Senza voler dire null'altro che questo: "ti penso e mi manchi". Poi le possibilità arriverebbero da sole, oppure svanirebbero da sole. Però mi piacerebbe parlare in bianco e nero, visto che il tecnicolor mi sembra troppo confuso.

Sembra una esclusiva, questo mio pensiero, ma non lo è. Per una volta cuore e ragione si sono uniti e hanno raggiunto la medesima conclusione, però io, unendo cuore e mente, guardo attorno il mio orizzonte e ci sono novità che mi interessano, e vecchie viste che tornano a interessarmi. Tutto sta a lasciar passare il tempo, io credo. Però mente e ragione continuano a guardare in una sola direzione, per ora.

Son tornato enigmatico. O forse non ho mai smesso di esserlo.
Siempre me gusta no tener razón. Ayer estube lleno de posibilidades y dudas. Hoy el destino, Dios, el karma o quien sabe, me quitaron posibilidades. Las dudas, para suerte, se quedan abundantes. Podemos decir que no me queda mucha suerte, casi toda se ha ido. Es tiempo que un poco empieza a volver.

Me gustaría que me escribiera para decirme que piensas en mi y me echas de menos. Así, sin nada mas. Sin querer decir otra cosa que: "te pienso y te echo de menos". Luego las posibilidades llegarían solas, o se irían solas. Pero me gustaría hablar en blanco y negro, ya que el color me confunde un montón.

Parece que pienso solo en ello, pero no es así. Para una vez corazón y mente llegaron a la misma conclusión, pero yo, juntando corazón y mente, miro a mi horizonte y veo novedades que me gustan y viejas cosas que vuelven a interesarme. Tengo que dejar pasar el tiempo, yo creo. Pero e mente y razón siguen a mirar a un solo lugar, para ahora.

Ya se que he vuelto a no ser claro. O quizás que nunca he dejado de serlo.

It's always nice not to be right. Yesterday I was full of chances and doubts. Today the changes quite almost disappeared. Lukily I am still full of doubts. I can think that almost all my luck has gone away and I still have few inches of it. Hope tomorrow I'll gain some new meters.

I'd love that you'd write me that you think of me and you miss me. Without thinking too much, just: "Yeah... I think of you and I miss you". Then chances would come alone, or disappear alone. But I'd like to talk in black and white. Tecninolor made me confused.

It seems I only think of you, but it's not true. For once in a lifetime reason and mind achieved the same goal, but joining reason and mind I look around and there are things that I like. Time will heal, let it heal. But reason and mind keep on looking in only one direction, by now.

I am again unclear. Or maybe I always have been.

Posta un commento