Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2007

Grazie al cazzo

"Of course the people don't want war. But, after all, it is the leaders of the country who determine the policy and it is always a simple matter to drag the people along. All you have to do is tell them they are being attacked and denounce the pacifists for lack of patriotism and exposing the country to danger."--Hermann Goering, Nuremberg, 1947

300

Eccolo qua il me critico.

Ho visto "300". E non mi è dispiaciuto, anzi, quasi quasi mi è piaciuto!! Sì, lo so. Con questa affermazione potrei stroncare due o tre dei miei amici.
E comunque è pieno di minchiate, il film. Però ha una grafica molto molto suggestiva (non posso chiamarla fotografia, visto la quantità di special effects).
Beh... lasciamo perdere i greci in mutanda negra e mantello rosso (Spartani, lo so, Spartani), lasciamo perdere l'Argolide rigogliosa di campi con grano maturo, non parlatemi delle Termopili, che sono un passo, che si trasformano in Gran Canyon in piena pianura... e che sono a un passo dal mare.
E mi ha fatto decisamente ridere la tempesta che affonda la parte marina dell'esercito (sì, si chiama flotta...) persiano. Ridere per come i nostri eroi la guardano dall'alto delle Termopili...
Ma va beh.
E poi mi ha fatto scompisciare il nostro Serse... ma andavano in giro tutti nudi? O meglio, nudi tutti?
Però dico che mi è piaciuto. Un po' di …

Fotosssss... ... DOS!

Immagine

Fotossssss

Immagine
Andando andando... si arriva alla montagna. Notare che attorno alla strada è tutto deserto... il problema è che anche la strada è deserto!




La statua guarda lontano... il problema è che tutti guardiamo in direzioni diverse. E la statua è viva! Nel senso che ritrae un personaggio esistente qua a Morro Jable... El Capitán!

Fumo in spiaggia, e non si sa che fumo sia. La cosa inquietante è che un cieco lo stia guardando (e cosa ci fa un cieco in spiaggia?).


Risposta non c'è...

... perduta nel vento sarà!"

Che di vento qui ne vediamo molto!

Dunque... colaggiù.

È vero, la malinconia è acceleratore per la mia voglia di scrivere... e capacità pure. E quindi il più delle volte, quando scrivo, scrivo spinto da malinconia. Quindi.

Quindi voglia entusiasta è difficile che ne incontriamo; però cerchiamo di sviluppare il tema.

Perché sto quaggiù?
- perché c'è il mare;
- perché c'é il sole;
- perché c'é lavoro e condizioni di lavoro favorevoli (tipo contratti con contributi e anzianità);
- perché sono lontano da me stesso (anche se ho scoperto di essere me stesso perché sono così e non per condizioni esterne. E sono soddisfatto di "mestesso");
- perché posso essere me stesso (ma anche colaggiù lo ero, il più delle volte);
- perché sto apprendendo cose nuove (tipo due idiomi... e forse arriverà anche il terzo) senza andare a scuola, che non sono mai stato capace di andare a scuola. O forse sì, però ho perso questa capacità attorno agli 11 anni;
- perché …

Asini

Non è un titolo di un film con Claudio Bisio, peraltro molto bello. Il film... non Bisio. Che poi può piacere e non piacere. Bisio. Ma anche il film.

Dunque... "Asini".

Perché?

Perché capita di leggere su di un blog la fotografia (sì, io leggo le foto sui blog, avendo esse commenti...) di conigli, e poi ti viene in mente che tu tornando a casa di notte incontri gli asini per strada. Asini. Asini, una famiglia di asini selvatici. Che è già strano di per sé, poi se pensi che sei su di un isola che è da molto tempo un deserto roccioso, che la poca vegetazione a stento sostiene capre. Una famiglia di asini selvatici da dove cavolo arriva? E cosa mi significa?
Può essere che le monache del film di Bisio si siano trasferite qua.
E che la famiglia sia fuggita da un allevamento... ma un allevamento di asini a Fuerteventura?!?

Beh, poi la cosa più triste è che non posso mettere una foto (postare) perché non la posseggo. Cercherò di ovviare a questo nel prossimo futuro.

Inoltre capita che un…

Shooting Star

Passa che in questi giorni si viaggi nel mezzo dello sciame delle... delle... delle Leonidi? Perseidi? Ora guardo in internet e vi dico...

PERSEIDI!

Perseidi perchè pare che provengano (se si prolunga all'indietro la scia di tutte le stelle cadenti, beh, quasi tutte, di questo sciame queste rette si incontano in un punto che sta...) dalla costellazione di Perseo. Si dice "quadrante".

E che ci si organizzi ("passa che...") per andare a guardare cadere da una di queste lunghe spiagge al termine di una giornata di lavoro. Diventa una notte molto speciale. Con due chitarre, scie di luce in cielo, birre bevute per sete e non per dovere. E una notte che termina verso le 5 del mattino.

Si suonano canzoni conosciute e non conosciute. Si canta in lingue straniere e non. E con amplificazione, capita anche di cantare e suonare. Il tutto in spiaggia, lasciando scorrere le cattive impressioni della giornata in mezzo al riflusso delle onde sulla battigia.

E ora copiamo accordi e …

Andiamo oltre

Secondo giorno di riposo. E secondo giorno di riposo non sfruttato.
L'amica ungara è partita, e un piccolo pezzo di questa vita fuerteventurina se ne va. Iniziano già gli addii?
No, credo di no. Però potrebbe essere una anticipazione di ciò che accadrà fra qualche mese.

Il vento è cambiato. Ora non soffia più da un sahara caldo, ma da terre più fresche e così la vita notturna in spiaggia si è oramai spenta.
Si spengono troppe luci in questi giorni.

Ma ricordiamoci che in una settimana iniziano le stelle cadenti. Chissà come saranno da questo angolo sperduto di Atlantico?