Risposta non c'è...

... perduta nel vento sarà!"

Che di vento qui ne vediamo molto!

Dunque... colaggiù.

È vero, la malinconia è acceleratore per la mia voglia di scrivere... e capacità pure. E quindi il più delle volte, quando scrivo, scrivo spinto da malinconia. Quindi.

Quindi voglia entusiasta è difficile che ne incontriamo; però cerchiamo di sviluppare il tema.

Perché sto quaggiù?
- perché c'è il mare;
- perché c'é il sole;
- perché c'é lavoro e condizioni di lavoro favorevoli (tipo contratti con contributi e anzianità);
- perché sono lontano da me stesso (anche se ho scoperto di essere me stesso perché sono così e non per condizioni esterne. E sono soddisfatto di "mestesso");
- perché posso essere me stesso (ma anche colaggiù lo ero, il più delle volte);
- perché sto apprendendo cose nuove (tipo due idiomi... e forse arriverà anche il terzo) senza andare a scuola, che non sono mai stato capace di andare a scuola. O forse sì, però ho perso questa capacità attorno agli 11 anni;
- perché c'è una ragazza piú alta di me, bionda, occhi azzurri, che non me l'ha data, che però ho baciato per tre giorni e mi è piaciuto;
- perché quando sono veramente giù mi basta andare più giù e sono in spiaggia a suonare la chitarra;
- perché ho visto le stelle cadenti in un cielo che normalmente era coperto da una catena di monti;
- perché ho conosciuto una ragazza con cui ho fatto all'amore, con cui ho scambiato parole che pesavano come macigni e che poi è partita per Parìs;
- perché ho paura di tornare e di non trovare lavoro, non trovare casa, non trovare qualcuno;
- perché sono lontano dal desiderio di altri che io sia qualcosa d'altro;
- perché la mia destinazione non è questa, questo è un passaggio;
- perché si era detto di partire, e quando dico qualcosa per me è come se avessi scritto una nuova riga su di una pietra. Non si cancella facilmente;
- per farmi un tatuaggio;
- perché c'è Marina (ragazza francese... nessun bacio, non preoccupatevi!);
- perché è difficile partire una volta che sei arrivato;
- perché ho bisogno di soldi e qui sto risparmiando molto (e spero che Bu' abbia fatto la cosa che doveva fare per me e dato ciò che doveva dare a Ma', altrimenti ritentiamo!);
- perché se mi fermo fino a febbraio/marzo, ho diritto a 4 mesi di 80% dell'ultimo stipendio e non sarebbe male, anche per ricominciare colaggiù;
- perché c'è una ragazza tedesca con gli occhi bernstein färbe che non capisco e che non capisce;
- perché potrei imparare a fare surf e windsurf;

A settembre alcune di queste condizioni scadranno, e quindi potrei ritornare. Però... però sarei tonto a non fermarmi fino a marzo, no? Quattro mesi di entrata fissa sono un'ottima cosa, per ricominciare in un nuovo luogo. O No?!?

Spero abbiate capito. Nell'elenco non c'è "perché sono felice quaggiù", ma non perché non lo sia. Solo che ero felice anche colaggiù!
Che poi io quella parola la odio... ma vaffanculo pure a questo!

Comments

Claudio said…
mi hai convinto, piccolo uomo di colassù. non totalmente, ma quanto basta per farmi dire: mi hai convinto.
non tutti i punti sono sufficientemente convincenti e restano dei punti d'ombra, tipo la parte su "mestesso", che sinceramente credo che capirò una volta giunto nel Nirvana.
Per quanto riguarda l'essere felice e in modo particolare la parola "felicità", ormai anche io ogni volta che la sento mi viene in mente Muccino...e questo dovrebbe già dire tutto.
Per il resto sei promosso, anche se la scuola non ti va.
Buona continuazione, michè!
riempiti di esperienze che poi ce le passi per empatia quando torni qua!
a risentirci!
un abbraccio
ko said…
il compito è stato svolto con sincerità. e letto con piacere.
ti appoggio

e quando tornerai presto o tardi che sia te lo appoggerò anche

suerte
ko said…
cose che mi piacciono di più:

- perché quando sono veramente giù mi basta andare più giù e sono in spiaggia a suonare la chitarra;
- perché potrei imparare a fare surf e windsurf; MA FALLO!!
- perché sto apprendendo cose nuove (tipo due idiomi... e forse arriverà anche il terzo) senza andare a scuola, che non sono mai stato capace di andare a scuola. O forse sì, però ho perso questa capacità attorno agli 11 anni; mi ci ritrovo, solo che io ho finito a 8

cose che mi piacciono un po' meno (ovvero che mi fanno bruciare il culo):

- perché si era detto di partire, e quando dico qualcosa per me è come se avessi scritto una nuova riga su di una pietra. Non si cancella facilmente;
Nittalope said…
Ko... lo so... ma io faccio i conti solo con me stesso!
E per le scelte degli altri massimo rispetto, sempre!

... però potevate partire pure voi, eh!!

;)

Popular posts from this blog

Ginocchia fredde

(Stand) Running life: 2017