sabato, agosto 18, 2007

Asini

Non è un titolo di un film con Claudio Bisio, peraltro molto bello. Il film... non Bisio. Che poi può piacere e non piacere. Bisio. Ma anche il film.

Dunque... "Asini".

Perché?

Perché capita di leggere su di un blog la fotografia (sì, io leggo le foto sui blog, avendo esse commenti...) di conigli, e poi ti viene in mente che tu tornando a casa di notte incontri gli asini per strada. Asini. Asini, una famiglia di asini selvatici. Che è già strano di per sé, poi se pensi che sei su di un isola che è da molto tempo un deserto roccioso, che la poca vegetazione a stento sostiene capre. Una famiglia di asini selvatici da dove cavolo arriva? E cosa mi significa?
Può essere che le monache del film di Bisio si siano trasferite qua.
E che la famiglia sia fuggita da un allevamento... ma un allevamento di asini a Fuerteventura?!?

Beh, poi la cosa più triste è che non posso mettere una foto (postare) perché non la posseggo. Cercherò di ovviare a questo nel prossimo futuro.

Inoltre capita che un anonimo Pe' pensi che sono triste qui. Ma non è così! Quello che mi manca qui mi manca anche lì! Non è il luogo nell'orbe terraqueo che influisce molto sull'umore. È la mancanza di qualcosa. Poi non è che sia così triste, anzi! Diverto me e altri, e passo buon tempo a vivere una bella vita. Senza sprecare troppo e scialacquando poco.

Quindi... suerte. Spero di reincontrarvi presto, anonimi!
Posta un commento