Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2009

La festa del Chivo

Repubblica Dominicana: dal 1930 al 1961 governata dal Generale Trujillo.
Fate una breve ricerca su wikipedia, è interessante. Poi comprate questo libro di Vargas Llosa, peruviano.
E mettetevi a piangere, visto che vivete in Italia e avete la controfigura scema e piena di viagra di Rafael Leonidas Trujillo Molina, un dittatore visionario e sanguinario, capace di sfruttare i mezzi di comunicazione per rimanere al potere, egocentrico e sessuomane. Mi ricorda qualcuno.

Il libro è molto bello, l'ho letto in spagnolo e quindi non so come sarà la traduzione italiana, in ogni caso risulta interessante e l'intreccio, spezzato nel seguire avvenimenti odierni e rievocazioni del 1961 e di episodi del Chivo, crea molta aspettativa. Considerazione a margine: è il secondo libro in spagnolo che leggo e, rispetto all'anno scorso, il mio spagnolo è migliorato sicuramente. Andiamo con il prossimo.
Dominica Repubblic: from 1930 to 1961 lead by General Trujillo.
If you search wikipedia, it's qu…

3 jazzisti tedeschi e Windows 7

Eccoci qua di nuovo dopo le vacanze... ma che vacanze? Io ho continuato a lavorare, il 15 agosto manco ho visto che c'era e oltretutto non ho visto una stella cadente manco in foto.

Ma siamo sempre qua. Strings continua a funzionare, anche se il bar sarà presto spostato in nuove sedi.
Ieri sera si è esibito un trio tetesco ti cermania ed è stata una boccata di aria fresca in faccia alla calima. Canzoni ariose, allegre, romantiche. Tutto racchiuso in un basso, una chitarra e un microfono. Bravi! E sticazzi se suonavano bene! Che poi ti fa venire voglia di lasciar stare, visto che sei una chiavica... e per fortuna che nessuno ti ha chiesto di chiudere la serata!
Torneranno a novembre, e magari li registreró meglio... stavolta ho fatto col cellulare, e devo scorpire se è possibile convertire i file .amr in formati umani. (È possibile...)

Nel frattempo mi lancio informo su W7, visto che il padre aspetta questo nuovo gioiello di casa Microsoft come si aspetta il messia (Barak Obama, finora…

Human stupidity: OST

It's 1 am, 22 degrees, has been a long day.
Tell me why should you get angry about air conditioning in your room, if outside there is a chill wind?

15 people are in front of you, you arrived late, it has been a long day.
Tell me why should you comment me that I didn't serve you first?

You choose a 14 days to move chess match, it has been a long match till now.
Tell me why should you send me a mail asking to move faster?

Not to talk about italian politics...


In realtà il problema è nell'evoluzione

Già, solo pochi minuti dopo averli scritti, quei numeri mi son sembrati ridicoli. Perché non è di numeri che si tratta, il problema è un altro.
I "numeri" in questione sono quell'accozzaglia di cifre che vorrebbero rivoluzionare il mondo, laggiù, un post più in basso. In realtà è semplicemente una maniera per schematizzare un pensiero. E il pensiero è che il sistema in cui ci stiamo sobbarcando, questo capitalismo post-guerra fredda, ha fallito.
Così come ha fallito il comunismo pre-guerra fredda, sia chiaro! O, meglio, così come ha fallito il tentativo di portare il comunismo al potere, a causa di derive totalitariste.
Bah, ma del comunismo è meglio non parlare. Marx aveva ragione e punto. Il capitalismo non è la risposta, il capitalismo è la legge della giungla contrapposta alla razionalità sociale del comunismo.
Perché? Semplice: nel capitalismo tutti hanno uguali opportunità, poi se uno riesce sono cazzi suoi, e chi non ha successo, che muoia!
Nel comunismo, no. Tutti han…

Più alto stai, più l'aria è rarefatta

... e tu diventi un povero coglione.
Questa è una legge fondamentale. Ricordatevelo. I pochi che stanno in cima e rimangono intelligenti o sono dei miracolati, oppure si sono portati una scorta di ossigeno (che prima o dopo finirà), oppure sono in alto, ma in realtà rimangono bassi.
E questo si applica a qualsiasi campo della vita umana.

Il direttore del mio hotel, per esempio (Barceló Jandia Mar, Señor U. LLaneras), è un povero cretino. Ha 2 anni più di me, una fidanzata pallavolista, pochi capelli, ma già si fa il riporto, e poche idee, e già si fa il riporto pure per quelle.
Una delle sue idee fisse è il risparmio. Nel senso che ci sono 40 gradi all'ombra e lui non accende l'aria condizionata in reception e zona lobby. Ambientalista? No, stronzo. Poi i clienti iniziano a lamentarsi, lui cammina due volte davanti ai nostri occhi e si scioglie al sole (che non c'è, visto che stiamo dentro l'hotel) e mette l'aria condizionata.
L'occupazione dell'hotel scende? E …

I wanna get back to the start

Già... che titolo malinconico...
E invece no. Semplicemente è una riga di una canzone che ho cantato ieri sera in un medley di tre canzoni, improvvisato si o no come apertura del concerto a Strings, il bar di Roque e Veronique. Tutto bastante bene, pubblico numeroso (diciamo un dieci tavoli? Su quattordici disponibili...) e caloroso... forse troppo! Tanto che abbiamo dovuto interrompere perché una vicina è venuta a lamentarsi che il pubblico, nella terrazza del locale e 3 piani sotto la sua finestra sul cortile, applaudiva troppo forte...
Beh... e quindi al finale ho fatto conoscenza con due signori inglesi, una bella chiacchierata per scoprire che sono due fisici, lui nucleare, lei dei materiali, e che insegnano in una università dell'inghilterra del nord. Bella chiacchierata, fino all'una, e stanotte si ripete (chissà anche il concerto). Ora vi lascio, la mia dolce metà vuole fare colazione e si lamenta del me scrittore... sigh!