venerdì, marzo 31, 2006

Eclissi... workoround

Diciamo che il periodo non è dei migliori, e che altri pensieri mi zompano per la testa...
Però ieri c'è stata l'eclissi di sole, che da noi era solo parziale... e sollecitato dalla sorellona ho ri-estratto dal cilindro un sistema per vedere l'eclisse senza ausilio di occhiali, vetri fumati et similia.
Dunque, cercherò di spiegare meglio che a Molestine...

Occorrente: due fogli di carta (meglio sarebbe un cartoncino e un foglio, ma ci si adegua), uno spillo.

Buchiamo con lo spillo il centro del cartoncino (o di uno dei due fogli). Il buco deve essere piccolo e circolare (mica per niente lo facciamo con uno spillo!).
Quindi andiamo fuori al sole, teniamo il foglio bucato nella mano sinistra (si sa che 'sti drogati son tutti comunisti!!) e l'altro foglio nella destra. ... e qui non so come spiegarlo: semplicemente proiettate l'ombra prodotta dal foglio bucato sul foglio "sano". E' chiaro?
Al centro dell'ombra, sul foglio sano, sarà proiettata l'immagine del sole. Sì, proprio il disco solare, con lo spicchietto mangiato dalla luna, oppure da qualunque altro mostro mitologico vogliate.
Maggiore sarà la distanza tra i due fogli (e quindi maggiore sarà l'apertura delle vostre braccia) più grande sarà la proiezione del disco, anche se diminuirà il contrasto fra il disco e l'ombra circostante.

Per provare potete farlo anche senza eclisse, ma in questo caso vedrete solo il dischetto del sole e nulla più... fatto?!? Buon divertimento!

PS. ho usato questo espediente nel 9... 97?? 98??? Ecchisiricorda più!! Comunque ero in Spagna a Finisterrae (o Fisterre... e chi si ricorda più?!?) e non avevo nemmeno due fogli... e allora presi una conchiglia, di quelle belle grandi, e col mitico coltellino svizzero ci feci un buchino proprio al centro... e proiettai l'ombra su una pietra bianca... mamma mia, ne so una più del diavolo!
Posta un commento