domenica, ottobre 26, 2008

Le vacanze

Rieccomi qua a Barajas, stesso bar, stesso internet point, orari un po' differenti. È mezzogiorno questa volta, il sonno e la stanchezza sono decisamente più lievi e la gente è centuplicata.

Torno a Fuerteventura dopo questi 13 giorni spesi tra Lampedusa, Sondrio, Regensburg e Milano.

Il viaggio a Regensburg è stato semplicemente... perfetto? Ma sì, posso dirlo. Forse un giorno spiegherò dove sono stato, che posti ho visitato, che ponti ho passato. Per ora si sappia che la città, come già detto, è molto bella. Da visitare il Duomo in stile Duomo (di Milano) e la vie giusto al suo intorno. Poi attraversare i ponti sul Danubio non è un'idea stupida, giusto per dare un occhio alle isole che ne spezzano il corso. E magari una visita veloce veloce al quartiere che si poggia sulla riva sinistra, appena al di là del ponte vecchio (no, non so come si chiama). Troverete tante case in stile tedesco, del 1600 credo, tante viuzze e vicoli pavimentati in pietra, qualche ristorante italiano con pizzaioli turchi e cameriere Ungheresi. Vi piacerà.
Arrivarci dal nord non è così difficile. Da Sondrio vai verso Tirano, poi sali il Bernina e dall'altra parte, appena dopo Pontresina, sarà d'uopo girare a destra, verso Zernez e Scuol. L'Engadina dovrai fartela tutta, e è lunga e tortuosa, ma anche molto bella. Arriverai quindi al confine Svizzero-Austriaco. Fermati (alla dogana austriaca) e compra il tagliando per circolare in Austria, ché senza non si può, e vai verso Landeck - Innsbruck. Appena prima di Landeck è meglio prendere l'autostrada per Innsbruck (non fare come me che mi sono perso in quel maledetto paesotto montano!) e poi, quando vedrai l'indicazione, esci a Imst per andare sul Fernpass direzione Garmish. Questo è un passo montano che ti porta in una valle molto bella, abeti e larici attorno, costole montuose mozzafiato. Attraversato Garmish (occhio a non farti fregare... vai verso Garmish e dimentica gli altri paesotti) finalmente troverai una delle famose autostrade tedesche (il passaggio del confine è invisibile e indolore). E qui schiaccia sull'acceleratore: andare a meno di 100 all'ora su di una autostrada tedesca è pericoloso e inutile. Meglio un 120/130 a seconda della situazione. Monaco è la tua destinazione attuale. Non è lontana e ci arrivi in meno di un'ora. Non lasciarti tentare dalle prime uscite segnalanti Innsbruck o Stuttgart, prosegui sulla tua via e troverai l'indicazione per Nurnberg. Seguila, passerai di fianco allo Stadio Olimpico e attraverserai Monaco, quindi di fianco all'Arena Stadium e sarai sulla 9, autostrada per Nurnberg (Norimberga... vi ricorda qualcosa?) Dopo un 30 chilometri c'è la deviazione per Regensburg (Ratisbona) e vi attenderanno 70 comodi chilometri.

La destinazione merita, arrivarci in treno o in aereo, partendo dalle nostre parti, è un po' difficoltoso e forse più costoso.
Due pieni, attorno ai 60 euro, e 7 euro di vignetta per l'Austria... poi io avevo chi mi ospitava a casa!


Blogged with the Flock Browser
Posta un commento