sabato, ottobre 27, 2007

Fuoco Fatuo

Ho scoperto finalmente cos'è!
Infatuazione. Perché dire "innamorarsi" è troppo, dai!
Io mi infatuo. Prima di innamorarmi, dico. Che poi chissà se mi innamoro. Magari mi fisso. Oppure stoccafisso, visti i recenti risultati da pesce lesso.
Comunque.
Infatuazione.
Scusate questa debole partenza. Ma considerate le attenuanti:
- sono le 07:05 di un sabato mattina;
- è la seconda notte di lavoro;
- condita da poche ore di sonno;
- ho finito quasi tutto il lavoro alle 04:15 e da allora sto cazzeggiando;
- ho una fastidiosa tosse.

Assolto?

... che poi parto a parlare dell'assoluzione del signor B., no, meglio evitare.

Comunque sì, direi che potrei essere infatuato. Di lei, ovviamente. E magari anche di un'altra. E poi di un'altra ancora.
No... non è vero, delle altre sarebbe solo puro e semplice "vediamo un po' come potremmo stare assieme". Di lei invece è infatuazione. Pensate che poco fa, in un "reprise" del lavoro, ho proprio sentito la nostalgia della sua presenza.
Ma perché vi dico questo? Perché vi voglio fare sapere che finalmente sono di nuovo innamorato? No. Perché non lo sono!
Semplicemente riflettevo, le lunghe notti di lavoro servono a questo, come in quest'ultimo periodo, intendo gli ultimi 5 anni della mia vita, dopo la mia Lei, non abbia mai davvero provato un innamoramento. Beh, dai, la tedesca/ungherese era proprio bella, troppo facile dire che ero innamorato, cosa non vera. Semplicemente mi piaceva, e essendo così bella mi piaceva molto! [Mica scemo]
La francese fugace? Beh, questa è un'altra storia, però pure qua... mah... innamoramento? No. Cosa più razionale, direi, che emozionale.

E eccoci qua a oggi che scopro che ero infatuato. Beh... speriamo di non fare come il gas metano.
Posta un commento