mercoledì, settembre 13, 2006

Grazzzzie Mille...

Dunque... sono stati due giorni strani, questo é indubbio.
Oggi è stato il mio day off e, furbescamente, è stato un bel giorno. Pilotato, scelto e progettato per essere un giorno diverso, ma alla fine il contadino conosce quale sarà il suo raccolto solo perché ha un sacco di fortuna in più del sottoscritto. Oppure perché in Natura da semi di farro, solitamente, nasce del farro, mentre da dei semi di zucca nascono zucche.
Io che ho da seminare parole al vento, e che le semino solo su onde elettromagnetiche, effettivamente ho più variabili a influire sul risultato finale. Giusto? Endaxi!
Sto cercando la solita foto satellitare per mostrarvi il luogo della odierna tenzone.... ma quasi quasi no. La cerco ma non ve la mostro. Cercatevela voi. Sappiate che siamo andati a sud di Rethimno, verso Akoumia e poi giù, verso il mare lungo una strada che attraversa un passo fra montagne che sembrano le cime delle nostre Alpi, veramente! Enormi macigni precipitati dal cielo per formare forre, gole... favoloso.
Il luogo è Triopetra, e come capirete da voi ci sono tre scogli gettati in mare davanti a un promontorio... e attorno il nulla. Abbiamo passato la giornata a sentire il solo rumore del mare che si infrange fra gli scogli e sulla spiaggia. Questo potrebbe essere un bel modo di rilassarsi...

Comunque la fine di giornata è stata, assieme, un bicchier di vino dolce e resinato, al... acc... non ricordo come si chiama ora, comunque un bel locale di Rethimno. Che poi si chiama Triopetra, ma di scogli ce ne sono due... vabbeh.
Il vino molto buono, le chiacchiere belle come sempre. E non solo.

Ma la fine della giornata, da solo, è stata arrivare in ufficio con la voglia di mandarsi affanculo. E sfogare la rabbia con un bel post peso.

E invece no. Ringraziate Klaus, che mi ha accolto e ascoltato per mezzàora, a lamentarmi di me e me. Ottimo amico, Klaus, lo vendo anche nel supermercato sotto casa vostra, affrettatevi!

Scherzi a parte. Ancora:

GRAZIE
Posta un commento