sabato, gennaio 09, 2010

Homo Sapiens

La vergogna di definirsi Sapiens.
Leggo degli scontri calabresi e mi si intristisce la serata. Ne leggo solo il titolo nel sito di Repubblica (ché è quello il posto dove raccolgo le informazioni italiche) mentre sta finendo la mia serata di lavoro e vedo che avevo ragione. E avrei preferito di no. Avevo ragione a pensare che quest'Italia andava desolatamente a destra. E con l'impoverimento generale (proprio a livello monetario, intendo) cominciano gli scontri. Sommiamoci una mancanza di cultura generalizzata e il quadro è semplicemente desolante. Lo so che voi siete fiduciosi, io no; stavolta sono pessimista.
Lo scontro si inasprirà. Non solo in Italia.
Il problema reale è la povertà. E la forbice fra poveri e ricchi si apre sempra più (che parole banali, le sentiamo tutti i giorni, no? Ma ci crediamo a queste parole? Le comprendiamo? Non lo so) e davvero saranno cavoli amari.
A proposito di ricchi e poveri, colgo l'occasione per dire che ho finalmente definito che chi guadagna più di 2000 euro al mese perde il diritto di lamentarsi. Chi guadagna più di 2000 euro al mese (se volete vi dico chi, pagando tutto quello che deve pagare, rimane a fine mese con più di 2000 euro, ma in realtà già solo averceli come stipendio potrebbe bastare) non deve avere, per legge, la possibilità di lamentarsi, di rompere le balle al resto del mondo per problemi monetari. Sono giunto a questa conclusione grazie ai ritardi accumulati dai voli fuerteventurini nei giorni delle feste, causati da uno "sciopero ombra" dei controllori di volo canari. I quali, tra l'altro, hanno uno stipendio base di 180000 euro.
Dicevo che il problema reale è la povertà. Violenza? Terrorismo? Odio razziale? Con la pancia piena si perde la spinta alla violenza. Se la tua famiglia ha 4 televisori (esempio tonto) perdi la voglia di andare a ammazzare i tuoi nemici. Poi se il povero è pure intellettuale ti organizza una rivoluzione interna.
La soluzione, quindi, è la redistribuzione della ricchezza. Facile, semplice, indolore.

The shame of calling ourselves Sapiens.
I've read about the fights in Calabria (immigrants and residents, hits and shots) and it makes sad my evening. I find out I was right, but I'd preferred I was not. I was right thinking that this Italy was slowly and sadly going right. And the worsening of the economic situation would have aggravated the situation and so the fights begin. And there is no culture too, and the sight is simply hopeless. I know you have it, hope, but this time I'm pessimistic.
The fight will get worse, not only in Italy.
The problem is the poverty. The difference between rich and poor is widening everyday more (this are banal words, but maybe we really don't understand how real they are) and it will be everyday a bit step into the slope, down and down.
Talking about rich people in this days I decided that who earns more than 2000 euro a month have no right to complain. Who earns more than 2000 euro a month (if you want I can say who earns 2000 euro a month after paying all of the rentals, but owning them as a wage it's already enough) should have been denied, by law, any complain about money. ANY. I reached this decision after the flight delays here in Fuerteventura, due to the stroke of the flight controller in the Canary Islands. Every one of them earns each month 180 000 euro.
So the real problem is poverty. Violence? Terrorism? Racial hate? With the food in the belly everyone lose the will to violence. I your family has got 4 TV (stupid example) you'll lose your will to kill your enemy. And when the poor is an intellectual he will put up a revolution, too.
So the solution is to redistribute richness. Easy, simple, without pain.



Posta un commento