Freddo freddo

Ho la mano destra semi congelata. Non è bello.
Queste ultime notti sono state veramente fredde. Si parla di 16 gradi attorno alle 23. Seee, lo so che siamo a temperature primaverili. Però in luoghi ove ti vesti primaverile. Questa notte sono venuto al lavoro con un bel maglioncino (regalo della sorella). Poco corporativo, ma non me ne importa una bella ostia. E ancora la mano è congelata!
Ieri giornata quasi decente. A dormire alle 9:30, sveglia alle 16, due fette di nutella (cioè: due fette di pane tostato con la nutella, con la nutella, non tostato con la nutella!) e poi a giocare al balòn. Pessima partita. Non ho imbroccato un passaggio che fosse uno. Ma tanto gli sbirri non si sono presentati e abbiamo giocato contro fanciulli (che per me vuol dire ragazzi dai 18 ai 25 anni, alla faccia dei fanciulli). Partita insulsa, nonostante tutto condita da 2 dei 4 nostri goal. E complimenti ricevuti per la forma. E questo mi ha stupito. Che forma posso avere se non faccio niente dalla mattina alla sera? Se dormo a stento 5 ore a notte/giorno (ché oramai non lo so più?!?), se nemmanco vado in spiaggia e non nuoto nemmeno 5 minuti?
Bah... forma smagliante grazie ai miei geni, probabilmente.

Nel frattempo, questa notte, ci siamo gettati nella tenzone spaziale, togliendo tempo e risorse a un piccolo progetto che ho in mente. Progetto, peraltro, probabilmente inutile. Dipenderà dagli sviluppi della storia principale. In ogni caso sto studiando animazione in Gimp. Potrebbe tornarmi utile, un giorno.

Comments

Kalemegdan said…
Buongiorno Mitico Falaps,

eccomi finalmente ritornat dopo tanto tempo.

E che diamine, mi ci vorrà qualche giorno per riaggiornarmi leggendo tutti i post.

-------------
Intanto ecco una provocazione, così tanto per non perdere il vizietto.
Hai scritto: "Il sonno della ragione genera mostri", riferendoti alla celebre incisione di Goya.

Mica vero.

O meglio: si può discuterne.

Smettendola, però, con una mistificazione. Sueño significa, in spagnolo, sia “sonno“ che “sogno“ . E proprio a quest’ultimo significato pensava (è certo e dimostrato) quell’antilluminista che fu Goya, colui che con la sua arte ha denunciato gli orrori concreti dei miti rivoluzionari imposti dalle baionette francesi.
Dunque, la celebre frase vuol dire esattamente il contrario di quanto hanno voluto farci credere i fautori del razionalismo.

I mostri, cioè, vengono non dal sonno bensì dalla veglia della ragione, quando coltiva il sogno di mondi nuovi e perfetti, quando dà veste ideologica a quelle utopie “razionali“, “scientifiche“ che, promettendoci il paradiso in terra, hanno prodotto gli inferni che hanno devastato gli ultimi due secoli.

Attendo commenti.

Saluti e baci,
Kalemegdan
- - - - - - - - - - - - -
"....un non senso di un ridicolo irriverente."
Nittalope said…
Uau... bentornat e... grazie.
Una cosa che non sapevo.
"Il sogno della ragione" genera mostri. Già... suona forse più in tema col periodo e il personaggio.

Ma anche "il sonno della ragione" non è male. Diciamo che a generare mostri è il genere umano, in generale. E che siamo capaci di farlo con una capacità devastante.
Non solo razionalisti, ma un po' tutte le correnti di pensiero degli ultimi 2 millenni (per non parlare dei secoli precedenti, in cui perdiamo un po' di tracce...) sono state capaci di generare mostri.
Io dico che è semplicemente una derivazione del nostro essere gran figli di puttana. Il dividere la nostra visione storica fra "noi" e "loro". Una volta che ti permetti questa differenza è facile cadere in orrori/errori di ogni genere.

Baci e saluti... ;P

Popular posts from this blog

Ginocchia fredde

Starting over... again???