giovedì, agosto 14, 2008

Sopprimetelo!

Questa è una parabola che dovrebbe far comprendere all'Uomo come comportarsi nell'analisi e nella ricerca della soluzione per i grandi problemi.

"Notte di faticosa presa di sonno. Si torna a casa dopo una birra per festeggiare qualcuno che parte, ci si stende sul divano per vedere un po' di Olimpiade e poi a letto.
E non si prende sonno. Ci si gira di qua, ci si gira di là e niente. Allora altra sessione di Olimpiade, un controllo alle partite di scacchi e alla mail (sorpresa!) e ancora a letto.
Nulla.

Si va avanti così per un po', le ore passano e si arriva all'orlo della mattina quando, steso e ben coperto, si comincia a prendere sonno e a sognare. Il sogno è bizzarro, misto fra realtà e fantasia. Siamo in una recepcion (o così pare) e lavoriamo lì. Non chiedetemi perché ma sono nudo e sto per avvolgermi un asciugamano per proteggermi (probabile dopo bagno o doccia, ma il perché mi faccia il bagno o la doccia giusto dietro una tenda che separa il back dal front non lo so) quando alcuni ragazzi "assaltano" la barra e uno di essi si ritrova al di qua completamente nudo. Mio intervento per coprire il ragazzo con un asciugamano.

Cambio di scena e sono nella mensa del lavoro (molto bella, devo dire: con giardino esterno e tavolini da 2 o 4 persone... che lusso!).
Sto prendendo da mangiare quando arriva Julia (mia capa... qui ci starebbero pure altre riflessioni, ma si farebbe lunga) e mi dice di sederci assieme per parlare del fatto avvenuto poco prima.
Io entro e vedo fuori un vecchio che si sta per sedere giusto vicino all'ingresso. Dico a cucina di dargli da mangiare perché lui sa, o è l'occulto responsabile incosciente (nel senso che non se ne rende conto) di ciò che sta accadendo (non so, mi pareva quasi fosse una divinità arcaica... mah!).

A questo punto colpo secco (rumore come di qualcosa che cade) nella vita reale e mi ritorno alla realtà. Poi sensazione di peso sui piedi, è il gatto che si è slanciato sul letto per salire sul davanzale, ma stavolta la finestra, al di là della tenda, era semi-chiusa. Spero non si sia slanciato head-first perché se no sai che botta?!?".

Occhei... il "sopprimetelo" del titolo è rivolto al gatto, causa ultima di una notte in cui il sonno, una volta raggiunto, è sfuggito e adesso saranno cazzi. Inoltre ha interrotto un sogno molto intrigante.

Poi penso che sono tre o quattro settimane che non vado a letto prima delle 4 di notte e che non mi sveglio praticamente mai prima di mezzogiorno. Inoltre ieri notte ho dormito 2 ore in tutto, poi ho dei pensieri che mi tengono sveglio già loro.

Conclusione: perché non riesco a dormire?
Kill Him


That's a story who should help Human Kind how to analyze and find a solution to big issues.

"Hard night to sleep. Come back home after a beer to cheers somebody who leave, lay down on the sofa to have a bit of Olympic Games and the to bed.
And the sleep doesn't come.  Turn this and that way but nothing. So another bit of O.G., some chess games and checking the mail (surprise!) and back to bed.
Nothing.

This goes on a bit, hours pass on by and morning comes when, laying down and below the sheets, sleep and dreams begun. The dream is bizarre, half reality half fantasy. I'm at the recepcion (or so it seems) and I'm working there. Don't ask me why but I am naked and wrapping me in a towel (maybe after a bath or shower, but why am I taking a shower or bath just behind the curtains that divide back from front it's a mystery to me) when some guys jump the desk and one of them is naked too. I try to wrap him with another towel.

Scene changes and I am at the diner (really cool, with a backyard room with tables for 2 or 4 people... nice!).
I am to eat when Julia comes (my chief... and here more explanations could come, but will be too long to tell) and told me to sit together to talk about what's happened minutes before.
I went inside and see on the outside a old man who is to sat just next to the entrance. I told to the cookers to give him something to eat, because he knows, or is the reason, of what is happening (don't know, seemed to me some kind of ancient god...).

At that time a hard sound (some like something falling on the floor) in real life and I am back to reality. Then something is on my feet, it's the cat that was jumping through the window, but behind the curtain the window was half closed. Hope he didn't jump head-first, because should have been a hard hit!".

So... "kill him" was about the cat, the reason why I could not sleep tonight. And could not keep on dreaming a strange but interesting dream.

Then I think about last three or four weeks in which I never go to sleep before 4 a.m. and never get up before midday. And yesterday night I slept only 2 hours, and I have got thought that keep me asleep.

Conclusion: why can't I sleep?

... cuando me despierto.
Blogged with the Flock Browser
Posta un commento