venerdì, agosto 08, 2008

Confini

Potevamo fermarci alla Cechia, ma abbiamo preferito arrivare fino in Russia. (Lo so, questa è più criptica del solito, ma forse un giorno la capirete... chissà?!?).
Come ben mi dice la Piccola Principessa Bergamasca (da oggi: PiPriBe), sì, sono un po' a pezzi, ma i sogni restano intatti, e questo è ciò che conta. Il problema, come sempre, è comprendere.
Comprendere cosa si desidera dalla vita.
Comprendere cosa vogliono le persone che ci stanno intorno.
Comprendere perché è così difficile comprendere.

Poi a volte si vive senza cercare di comprendere, e le cose semplicemente accadono. A volte accadono e sono cose buone, a volte accadono e sono cose cattive.
Bah... se poi sono cose neutre che palle!

Ieri grigliata in spiaggia e schitarrata. Salciccia, sanguinacci, e spiedini. Non male, diciamo. Il tutto in maniera pseudo-clandestina, giàcché qui non si possono accendere fuochi in spiaggia. Però, a dir la verità, noi abbiamo acceso braci!

Domani, chissà.
Mañana, ahora me voy a dormir...

Tomorrow comes...
Blogged with the Flock Browser
Posta un commento