lunedì, novembre 12, 2007

Partenze

Eccoci a poche ore da più partenze.
Domani ci lascia Reka, l'ungara che parte e torna più volte, ma che questa volta parte per non tornare.
Se ne va nell'Australe continente.
E poi, il giorno che segue, ecco che parto io per la vacanza italiana. Una settimana di puro delirio, con più appuntamenti che il Papa. E che però ho proprio voglia di affrontare.

Ma torniamo all'Ungara. Stasera ultima birra levata al cielo. Un'altra partenza da affrontare. Mancherà la sua capacità di rompere e stressare l'anima con i suoi voler andare di qua e di là, sbattuti dal vento del suo voler essere in mezzo alla festa, in mezzo alla gente. Una ventottente con l'energia di una quattordicenne... e che stressa maroni!
Però... ora la sua energia si trasferirà in OZ... okkio Maletero e ex-Recepcionst del Mar... saran cazzi vostri!

E questa Australia inizia a farsi strada nei discorsi da strada. Oggi con Michela a La Pared, a veder surfeare, con una chitarra, ma senza spinello, la voglia di partire pure noi saliva piano piano.
E chissà... che oramai siamo capaci di prendere e lasciare... chissà!
Posta un commento