mercoledì, ottobre 28, 2009

Le buone notizie

Bersani presidente del PD.
Non ne ho parlato finora, taciuto e sottaciuto il discorso anche perché continuo a essere auto-esiliato dalle elezioni, però sono soddisfatto dalla scelta degli italiani. Da quelli di "sinistra", perlomeno.
Quasi 3 milioni di elettori, più della metà hanno eletto Bersani, e un sesto han scelto Marino.

54% + 16% = 70%

Il messaggio parrebbe chiaro: l'elettorato del PD ha scelto la sinistra.
Due milioni e cento mila. Più di due milioni di elettori italiani ha scelto di tornare al comunismo!

Ci siamo rotti i coglioni di DC, ex DC, radicali liberi e arrestati. È tornato il momento del proletariato... Berlusconi trema!
Che poi se l'è cercata lui.
Volete sapere perché stiamo tornando ai comunisti? Beh, molto semplice.
È tornata la classe sociale che i comunisti li crea: I poveri.
La sinistra è scomparsa lentamente grazie alla crescita economica. Poi grazie al controllo mediatico gli è stato dato il colpo di grazia, visto che folle di giovani ignoranti, annebbiati da anni di reality e di case, di minchiate televisive, sono arrivate al voto e hanno votato il loro mito televisivo.
Stavano in casa con papà e mamma e enssun problema economico e via a votare il papi.

Ora il boom economico è finito, molti di quei giovani hanno aperto le alucce e se ne sono andati dal nido, o meglio i genitori li hanno cacciati a calci in culo, e si sono ritrovati a fare i conti con gli 800, i mille euro al mese.
E riecco i poveri, ignoranti, ma poveri; e il povero è quasi sempre di sinistra. Quasi sempre.
È stato dimostrato da questi anni di berlusconismo che il povero, se bombardato con megajoule di minchiate televisive, abbandona la sinistra e si beve ettolitri di qualunquismo, buonismo e mignottivismo.

Ma chissà che stia finendo. Il re non è morto, non è ammalato, ma è vecchio. E ai vecchi, pur con tutto il viagra che si possa ingollare, cadono i coglioni e sembrano deboli.

... poi arrivano i lupi.





Posta un commento