venerdì, maggio 20, 2011

Liquefazione

Che poi passano i giorni e non te ne rendi conto.
Come, per dire, che sono già quasi 2 mesi che sono tornato e già ho voglia di andarmene come fossero 2 anni.
Il lavoro procede. Procede con soddisfazioni e con incazzature. Sembrerebbe che il mondo è pieno di coglioni (dannate leggi sulla stupidità umana!) e che davvero non c'è speranza. Poi succedono cose che te ne danno la certezza.
Sembra quasi di essere diventati geni tutto d'un tratto, ma è che la mediocrità del genere umano non ha limiti. Basta spuntare di una spanna, non so, saper fare 3*7=21 a mente che già il mondo stupisce (in realtà ciò che stupisce sono le divisioni a mente, le moltiplicazioni son troppo facili).
E allora scopri che è così facile far passare per idiote le altre persone che un po' ti dispiace. Ma cosa ci volete fare, è una sensazione che passa in fretta.

Sul lavoro ci stiamo battendo per la gratuità dei telecomandi. Grandi temi, eh?!? Che una volta il telecomando era libero e adesso è privatizzato (ehm, cioè c'è da lasciare un deposito) e ci siamo cominciati a scannare. Ma a me del telecomando libero non me ne fotte nulla, è l'idea che togliere lavoro agli altri dipartimenti per aggiungerlo alla reception come "idea geniale per diminuire il lavoro nell'hotel" che non mi va proprio giù. Ma tanto a nessuno gli importa.

D'altro c'è da dire che continuano a prenderci per il culo, ma tanto ci siamo abituati.
Posta un commento