martedì, giugno 16, 2009

Come avere un pc sicuro nonostante Windows - II

Molto bene, eccoci tornati (qui la prima parte) alla parte difficile della vita informatica: la convivenza con Windows!
Dunque, ci siamo lasciati con la verifica se il vostro disco duro sia partizionato o meno. Per ora speriamo che sì e andiamo avanti.

Connessione a internet
Non mi interessa sapere come vi connetterete (wireless, cavo, lan, infrarossi, piccioni: fatti vostri!), però prima di connettervi sarebbe utile fare una cosa: attivare il firewall di Windwos. Ce l'ha (è strano, ma ce l'ha) da qualche parte in quello che una volta era chiamato Pannello di Controllo e dovrebbe essere chiamato così pure ora.
Il firewall dovrebbe essere nella "zona" sicurezza, lo attivate e già state un poco più sicuri (non tanto, visto che il firewall di windows è una barzelletta, ma sempre meglio che niente). Come lo attivate? Cercatelo, si chiama firewall di windows, lo aprite e "Attiva firewall" o qualcosa di simile.
Okkei, siete pronti per connettervi a internet.
Prima cosa da fare: andare a www.google.com e cercare "Firefox" e installarlo. Una volta installato aprirlo e renderlo browser predefinito del sistema. Quindi cancellare qualsiasi icona vediate di Internet Explorer. Perché? Perchè Internet Explorer è un programma fatto male. È lento, funziona male, è pericoloso per il vostro pc. Firefox è veloce, funziona bene ed è sicuro (ricordatevi, comunque, che niente è sicuro al 100%). Vi piacerà.
Ok, ora avete un browser da poter utilizzare per navigare l'oceano dell'informazione.
Ora possedete un pc Windows che è già più sicuro della norma dei pc Windows (ricordatevi una cosa: dello spam, che sarebbe la posta indesiderata, presente nel mondo informatico un 80% percento è causato da pc Windows infettati a causa delle falle di questo gioioso sistema operativo).
Volete essere più sicuri?
Bene, cercate in google la parola "firewall free" e troverete le solite migliaia di scelte. Scegliete oculatamente (ricordandovi che "free" è una parola che in internet è usata come specchietto per allodole... o allocchi) un firewall e installatelo. Perché? Mi chiederete... già avete il firewall di windows attivato!
Beh... windows non è proprio abilissima nello sviluppare software. È diventata un mastodonte che basa le sue vendite sulla mancanza di alternative (ora un poco meno, dovrà cominciare a fare qualcosa di decente, però fino ad ora è stato così) e quindi non pone la dovuta attenzione nello sviluppare i propri programmi. E il suo firewall non è da meno.
Quindi, scaricate e installate il firewall nuovo. Quindi disattivate il firewall di windows e gestirete tutto con il firewall nuovo, ok?
Io ho fatto la prova di cercare "firewall free" in google e la prima scelta mi sembra molto valida: Comodo!
Che fornisce pure l'antivirus!
Lo so, lo so, col pc è arrivato compreso pure un bel paccone di antivirus. Che so: Panda, o Symantec Norton o quello che è.
Però sono a pagamento, se ve li offrono tutto compreso prendeteli, se dovete comprarli separati: NO! Perché non sono necessari, o quantomeno la differenza tra un antivirus a pagamento e uno no non è tanto grande quanto il prezzo che si deve pagare.
La migliore sicurezza che potete avere è quella di sapere come difendervi.
In ogni caso è sempre meglio avere un antivirus, quindi o a pagamento o gratis, tenetevelo (il Comodo di cui sopra mi pare buono, io in windows usavo AV Antivirus e ero soddisfatto). Ricordatevi di esaminare (analizzare il disco duro per vedere se ci sono virus o malware) il vostro pc una volta al mese, o alla settimana se siete paranoici, di aggiornare l'antivirus una volta al mese, o alla settimana se siete paranoici, e il gioco è fatto.
Perfetto. Ora siete davvero protetti! Ma i coglioni si beccano il raffreddore anche quando ci sono 40 gradi all'ombra! (Per inciso io ho il raffreddore tutto l'anno...), quindi:

Regole per la navigazione sicura
Prima regola: non navigare a cazzo.
Seconda regola: non scaricare a cazzo!
Terza regola: non installare a cazzo!!!
Cosa significa questo? Significa che il mare là fuori è pieno di pericoli e noi siamo pesci piccoli, piccolissimi! Quindi andare in giro con circospezione è d'obbligo!

Di più nella prossima puntata: I pericoli di Internet!
Browser: è un programma utilizzato per visualizzare i contenuti trovati nella rete. Cosa vuol dire? Che se volete connettervi a internet e vedere le pagine con le donnine nude (o gli omini con gli addominali a tartaruga) ne avete bisogno.
Virus/malware/trojan/etc...: sono programmi che si mettono nel vostro pc e fanno danni. Come ci arrivano sul pc? Grazie a voi. Sì, navigando in siti poco conosciuti, installando programmi poco fidati... etc.!
Firewall: cos'è un firewall? È un programma che gestisce le connessioni del pc con la rete (internet, rete locale, qualsiasi). Ogni pc, per connettersi a una rete, utilizza delle "porte" (non sono fisiche, la connessione è effettuata attraverso un solo accesso, ma il computer "crea" più vie di accesso per gestire meglio la connessione). Queste porte possono essere aperte o chiuse (che vuole dire che un messaggio esterno può entrare attraverso una porta aperta e non può entrare attraverso una porta chiusa, ovvio!) e il firewall gestisce questa apertura/chiusura. Senza firewall tutte le porte sono aperte (ce ne sono un sacco, MILLE! ...e più) e quindi chi vuole entra senza problemi. Il firewall le chiude un po' tutte, quelle aperte le rende "invisibili"... insomma: rende la connessione al tuo pc più difficile per gente che non si vuole "presentare".
Antivirus: antivirus... chi è costui? Beh, non è l'aspirina o la vitamina C, è il dottore. Significa che non previene, cura. Quando un virus è entrato nel pc può fare danni (cancellare dati, sputtanare l'hard disk, inviare spam utilizzando la vostra connessione, rubare dati... un po' di tutto), l'antivirus cerca i virus e li cancella/disabilita. Per fare questo è necessario che sia aggiornato, visto che la madre degli imbecilli è sempre incinta e chi crea virus non dorme, e l'antivirus (che è un programma) ha bisogno di sapere quali sono i virus in giro.

Posta un commento