domenica, agosto 27, 2006

Non è mai troppo tardi per pestare formiche.

Considerando di aver passato quasi trent'anni a pestarne pochissime... camminando lungo i prati della vita. Alla fine ti rendi conto che invece, oltre ai fili d'erba che pieghi, ai fiori che calpesti... a volte sotto il piede capita anche qualche formica.
Tipo che se per strada con la coda dell'occhio ne vedo una sotto un mio piede faccio numeri incredibili per non schiacciarla.

... per strada...

... le formiche...

Poi capita che le persone le pugnali così, come se niente fosse.

Ma l'attenzione che poni è la stessa. E' che a volte succede, nonostante tutte le attenzioni e tutte le migliori intenzioni. Però ferisci a fondo, e quel filo d'erba è quasi spezzato e prima che riesca a risollevarsi passerà del tempo, e ci vorrà che una mano amica si chini e lo risistemi.
Ma non sono io quella mano amica in questo caso. Mi dispiace.

Saluti...
Posta un commento