domenica, agosto 20, 2006

Il Grande B.

No, non credetelo. La mia convinzione politica, nonostante non sia granitica, non é ancora cambiata. Il titolo é in onore di un amico che ho scoperto oggi nel fantastico mondo internettacqueo ha appena aperto un'isoletta. Dimostrando che buon sangue non menta!
Al massimo latte e menta, che può pure essere buono.

Stan accadendo tante cose nel mondo. Guerre, come sempre, che forse qualcuno comincia a perdere (alt... io credo che in una guerra non ci siano vincitori o vinti, ma solo morti... però all'atto pratico la storia ci dice che ci sono vincitori e vinti), e questa è una novità. Fino ad ora non aveva mai perso così fragorosamente. Chissà dove ci porterà questa novità. Anche perchè vecchi colossi presto potranno rialzare la testa (CSI, che non sta per Crime Scene Investigation, ma sono i resti dell'URSS), vecchi imperi coloniali ricominciano a guardare fuori confine (oltre che a dare testate nelle finali dei Mondiali) e forse la UE comincerà ad allontanarsi definitivamente da un debito morale (peraltro sopravvalutato, forse) che dura da 60 anni.

Chissà dove andrà a finire il mondo? I dominatori degli ultimi 20 anni cederanno così, senza lamentarsi, lo scettro del potere? E poi gli antichi imperi dell'Oriente stanno accorrendo veloci al desco. Piatto del giorno: Dominiamo il Mondo!
Nei prossimi 10 anni vedremo che direzione prenderemo. Io continuo a credere che ci spazzeremo via da soli, forse non in un grande conflitto, ma con tante piccole e belle guerre di bassa intensità. Magari no... Hawkings ci chiede (ve l'ho già detto una volta, andate a cercare!) come può l'uomo sopravvivere nei prossimi 100 anni. Io credo che sarà difficile. L'unica possibilità mi è sempre sembrata un balzo evolutivo non indifferente, non fisico ma psicologico. Ma c'è poco tempo e la Natura non lavora in centinaia di anni, ma migliaia. Ok, vorrà dire che ricominceremo, quei pochi che sopravviveranno. Poi magari sbaglio di brutto e staremo qua fino all'esaurimento dell'idrogeno nel sole, che ne sappiamo noi? Mi sembra un po' tantino, ma che ne sappiamo?

Comunque, nel frattempo, io me ne sto su quest'isola. Che è molto bella, lo sapete? Ma la giro poco, e la sto vivendo molto male. Faccio delle grandi scorpacciate nel mio giorno libero, poi è digiuno completo di sensazioni, emozioni e paesaggi da ammirare. Probabile che mi stia perdendo qualcosa. Anzi, ne sono certo.
Vediamo se si riesce a migliorare dalla prossima settimana. Fino a ora le giornate iniziano alle sette e finiscono a mezzanotte. Di lavoro, intendo... beh, non le sette, diciamo le otto. E non mezzanotte, diciamo le dieci. Ma è peso comunque.
Ben, almeno lui, mi tiene compagnia... e altri pensieri. Saremo aggiornati.
Posta un commento