mercoledì, novembre 11, 2009

Ho visto coccodrilli

Son dentro la mia anima, son dentro i miei pensieri.
Ho visto coccodrilli divorare idee, squartare concetti.
Nuotavano veloci, l'acqua scura attorno alle piccole zampe, nuotano veloci e nessuno li vede.
Fauci aperte, denti famelici, ho visto coccodrilli divorare speranze.
Occhi socchiusi, occhi aperti di serpente, ho visto coccodrilli entrarmi nell'anima.


Passeggiavo lungo le rive del fiume largo e maestoso.
Mille corna spuntano dall'acqua, mille cadaveri che marciscono nell'acqua.
Non mi sono fermato e continuo a camminare, ma il coccodrillo mi ha rubato l'anima.



Non c'è un cazzo da ridere, ci sono giorni così, giorni in cui pensi e guardi il mare piatto, nuvole basse corrono su questo oceano e il giorno finirà senza di te. La luce lontana che brilla sul mare è il sole che illumina altre nazioni. Terre lontane dove andrai senza di me, terre lontane che esplorerai per tornare indietro a raccontare agli amici. E sarà un altro racconto dove io no sarò.
Ma, in definitiva, io ci sono e ci sono sempre stato. Il futuro è dietro le spalle e non lo vediamo arrivare. Ha portato mille gioielli luccicanti, possiamo tenerne troppo pochi per essere soddisfatti.
Domani ne terremo ancora meno. Quello che dobbiamo fare? Imparare a non perdere i gioielli che abbiamo incontrato.

Posta un commento