venerdì, febbraio 18, 2005

6 Novembre 2004 - Lisbona

In riva al Tejo.
Dietro di noi il rumore della città, con il rombo cupo dei suoi autobus, il suonare di clacson, poi lo stridere di un electrico che passa.
Davanti il Tejo, con le sue onde che si infrangono sull'argine su cui sediamo; i battelli di linea che ne collegano le rive, e qualche veliero (uno, in realtà) che ne risale, lento, la lenta corrente.
Piano la sera diventa scura, il fiume sempre più cupo, e un po' di stanchezza pesa sugli occhi.

Per ora abbiamo girato la città: Alfama, Graca, Bairro Alto. Visto scorci di città vecchia, frammisti a zone degradate.
E' una città povera e ricca nello stesso tempo; una città che deve ancora divenire...
Posta un commento