giovedì, settembre 29, 2011

A month ago...

24 agosto 2011... strano come per 36 anni non mi sono ricordato una volta quando fosse il tuo compleanno e come, sono quasi sicuro, il giorno della tua morte non me lo scorderó per parecchio tempo. Stanno facendo un sacco di cose in tuo nome, mille idee, mille parole. È una grande cosa, evidentemente sei rimasta impressa in molta gente (senza cadergli addosso, ché in quel caso l'avresti impressa, quella gente, direttamente nell'asfalto). Non che mi importi nulla, non vedo molta importanza per te che ti dedichino una strada o una borsa di studio, è più utile per quelli che rimangono, e soprattutto, spero, sarà utile perché evidentemente hai dato un esempio e, spero, quell'esempio qualcuno lo seguirà. A me non cambia niente, morta sei morta, oramai non torni indietro, e in questo mese molte volte ho ripensato che non ti vedrò più e già mi sei mancata 30 giorni su 35... solo per qualche secondo, via, ché mica sei così importante, però, cazzo, perché cazzo è successo me lo domando (e mi rispondo che in un qualsiasi secondo dato chissá quante cazzo di persone muoiono e voleve essere il solo a cui non moriva una persona cara?). Francesco è qua, una di queste sere andiamo in spiaggia e ci facciamo un rosso per te, ok? Tu nel frattempo fai quel cacchio che vuoi, se c'è un'aldilà inventati il dio che vuoi, se devi reincarnarti reincarnati in qualcosa di interessante e se non c'è niente, beh, aspettaci qualche anno che poi verremo a farti il culo a backgammon, col fottuto dado del raddoppio, se vuoi. Un abbraccio e che qualsiasi strada stia percorrendo, che sia difficile, ma piena di soddisfazioni.
Posta un commento