giovedì, dicembre 23, 2010

Un mondo di risposte: tutte sbagliate

Beh, che c'è da dire?
La cosa importante è andare avanti, no? Pulire le strade di Napoli, ricostruire le strade de L'Aquila, più sicure le strade italiane (troppa neve?) e via dicendo.

La cosa comune a tutti questi problemi è: le strade.
Boh, in realtà non so niente di tutto ciò. Sono stato 3 giorni in vacanza e non so cos'è successo. So che B. è sempre lì, che ci sono stati scontri per le strade di varie città, che i politici stanno facendo i politici (cioè, nella connotazione data alla parola "politico" in Italia: stanno rubando) e che il resto della popolazione civile si chiede: ma se gli piace così tanto andare a puttane, perché non ne fa una professione e non si leva dalle palle? Forse perché oramai stanno tutte in parlamento e quindi è più comodo andare a cercarle lì (battuta facile facile, lo ammetto).
E in ogni caso si stanno ribellando, adesso. Pure i suoi alleati si stanno rendendo conto di cosa è: un dittatore negli ultimi suoi mesi di vita, quindi meglio abbandonare la barca adesso che ancora galleggia piuttosto che remare, visto che in ogni caso affonderà e manca poco.
Che chiarezza di idee, come sempre. Grandi Fini, grandi quelli della Lega, grandi le belle ministre che se ne vanno al gruppo misto e fanno le belle/ribelli. Grandi! È stato uno spettacolo bellissimo, ringraziamo i partecipanti, il sipario sta per cadere e è il momento dei titoli di coda. Grandi tutti! Il regista, il responsabile delle luci, i tecnici del suono, il trucco (sopratutto il TRUCCO!!) e i ragazzi del catering. Grazie. È stato un piacere che ci abbiate preso per il culo (e che ci abbiate preso PURE il culo). Adesso che non ce n'è più per nessuno.
E i mestieranti cambiano teatro per ricominciare.
Posta un commento