venerdì, agosto 13, 2010

Night at the beach


Come se non fosse passato nemmeno un minuto. O forse no, diciamo che 2 anni son passati e non invano.

In ogni caso ieri, alla fine, siamo andati in spiaggia. Senza la palla al piede (hahahah, no, scherzo, non è palla al piede, solo dormigliona!) però con la chitarra e 3 birre gelate. Che gelate non sono rimaste poi molto, visto il calore che faceva. Seppure, in realtà, proprio contemporaneamente al nostro accesso alla spiaggia ha fatto la sua comparsa pure il cambio climatico... locale. Un venticello più fresco che ha abbassato la temperatura e reso la notte accettabile (si parla di passare dai 37 gradi ai 29, non sono bazzecole!).

E così, trovate varie fanciulle e alcuni fanciulli che si sono uniti al nostro gruppetto, ci siamo fatti un ciringuito per proteggerci dal dolce vento e via a suonare e cantare. E fare il bagno (era l'una e mezza di notte e molte onde, quindi il bagno è stato un bagnarsi e via). Si son fatte le tre, son tornato a casa a rinfrescare un po' la morosa aprendole le finestre per far entrare il vento ristoratore, giacchè qua, quando la calima impera, si chiude tutto chè fuori è più caldo che dentro. E infine a dormire, belli soddisfatti e salati.

Posta un commento