mercoledì, marzo 25, 2009

La pasta del Povero Stronzo

In realtà questa sarebbe la ricetta della "Pasta dello Studente", ma sappiamo che poi il Palmipedone suggerirebbe un titolo entusiasmante e così cerco di prevenirlo (con un titolo pessimo, ovviamente).

Ingredienti per 2 persone:
- una latta di tonno (o scatoletta, amici cari);
- penne rigate (200g);
- olive nere;
- olio d'oliva;
- poca voglia di cucinare.

Cosa fare:
Arrivare a casa dopo una giornata di duro e miserabile lavoro (è necessario tutto ciò, giacché lo stato d'animo rende la povertà della ricetta accettabile alle gole più appassionate) e non avere voglia di fare un cazzo.
Mettere sul fuoco l'acqua della pasta, preparare una padella con un poco d'olio. Prendere le olive e snocciolarle (oppure tagliate a pezzi la carne dell'oliva intorno al nocciolo) e tagliarle a pezzetti. Tutti questi infiniti suggeriscono una certa svogliatezza e indifferenza nell'eseguire queste operazioni; preferibilmente dovreste star guardando la televisione o parlando al telefono durante questo tempo.
Poco prima che la pasta sia cotta sfrantumare il tonno nella padella e saltarlo per due minuti nell'olio aggiungendo i pezzi di oliva.
Scolare la pasta e saltarla nella padella con il tutto. Servire con noncuranza e un poco di svogliatezza.

Come mangiarla:
Guardando la tele, sul divano, senza prestare troppa attenzione, potreste sorprendervi della pochezza del tutto.
Poor Fuck'd Up's Pasta

In fact this should be called "Student's Pasta" but we all know the Palmipedone likes to shock with impressive titles and so I'm trying to prevent him (with the worst title possible, of course).

Ingredients for 2 people:
- a tuna can;
- penne rigate (200g);
- black olives;
- olive oil;
- no will to cook at all.

What to do:
Come back home after a hard and miserable day of work (that is necessary because a poor state of mind makes more acceptable the recipe) and have no will to live ("The Will to Live", one of Ben Harper's albums).
Heat up some water for the pasta and prepare a frying pan with some oil. Cut the olives in pieces (not the bone, please). Then take a rest, it's been an hard work, turn on the television or phone somebody.
Just after the pasta has been cooked turn on the fire below the pan and destroy the tuna inside burning it a bit with the olive pieces. Two minutes should be enough.
Then put the pasta inside the pan and burn it (no water, please) a bit just to mix the tastes.
Serve it with a bit of pride.

How to it eat:
Watching tv, on the couch and with no attention because you could be shocked by it's tasteless.


Posta un commento