mercoledì, febbraio 10, 2010

Don't think twice it's all right: HTC Magic Review

Beh, oramai son quasi due mesi che utilizzo il mio buon HTC Magic. Versione Vodafone Spagna, ovviamente.
Il cellulare, in sè, è bello. Ha una forma comoda, non è troppo grosso, lo schermo è grande e il touch è sensibile e comodo.
Io l'ho preso nero, forse il bianco avrebbe fatto più "figo", ma chissenefrega, in definitiva?
Il sistema operativo, ovviamente, è Android. Di fabbrica usciva con la versione 1.5, ora c'è la 1.6. Ci si può fare quasi tutto, con Android. Foto (l'obiettivo fotografico non è stratosferico, sopratutto con poca luce, ma dignitoso), video (stesso discorso) che saranno disposti in gallerie facili da navigare. Utilizzo di internet? Comodissimo, sia in 3G che in wireless, e soprattutto non limitato. È possibile controllare la propria posta direttamente da browser (io ho installato Dolphin, un po' più completo che quello di default). Sono navigabili sia i siti wap che quelli originali.
Automatico il rilevamento della mail di Gmail, ovviamente, essendo il SO di Google non ci si poteva aspettare altro, e pure Google Maps è fornito di default. Si può utilizzare il telefono come navigatore, visto che abbiamo in dotazione anche il GPS, nelle due versioni: satellitare e basato sulla rete mobile (se non sapete cosa è, cercate aGPS). Applicazioni da installare (tramite apposito AppMarket)?
- Locale: sei al lavoro? Il cell non squilla. Sei a casa? Accendi il wireless. Cose così.
- Un gestore dei processi: visto che il SO non chiude le applicazioni, ma le mette in back ground, il consumo della batteria è notevole. Con un Task Manager è possibile chiudere i processi che non si desiderano.
- Un visualizzatore di documenti: .doc, .xls e via dicendo. Se poi dovete pure modificarli dovrete comprarvi un'applicazione apposta, ma non costa poi molto.


Pecche?
La batteria, che dura poco più di una giornata con uso intenso. Per questo si rende necessario l'utilizzo di un Task Manager per non tenere aperti processi inutili.
Il Touch Screen poco sensibile sui bordi. Fastidioso soprattutto all'inizio, poi si impara dove è il limite della "insensibilità" e tutto passa.


Punto davvero di forza?
Come cellulare è una bomba. Non perde la linea nemmeno nelle situazioni più estreme. Si sente bene e ti sentono bene.


Posta un commento